Curiosità sulla cittadinanza: una guida per i genitori italiani che vivono in Australia!

Situazione tipo: vivete in Australia ormai da anni e avete ottenuto il vostro visto permanente. Complimenti, ma…Sorpresa! Aspettate un bambino. Se state pensando di tornare in Italia e farlo nascere nel vostro Paese d’origine, fermatevi un attimo e leggete qui.

Come riportato sul sito web del Dipartimento d’Immigrazione i bambini nati al di fuori dell’Australia da genitori non australiani, non possono acquisire la residenza permanente anche se uno o entrambi i genitori ne hanno una.

Vostro figlio è nato comunque al di fuori del territorio australiano? Per far sì che abbia diritto a entrare sono previste pratiche complesse e tempistiche abbastanza lunghe, della durata di un anno e mezzo circa. Quindi, a meno che non vogliate lasciare il vostro bambino all’estero (dai vostri parenti, magari), potreste riscontrare seri problemi nel mantenimento del vostro posto di lavoro down under, considerata la vostra assenza prolungata e l’impossibilità di prevedere la sua durata.

In quel caso dovrete richiedere un Visto Child (subclass 101), la cui domanda va effettuata prima che vostro figlio compia i diciotto anni di età.

Per cui, quali sono gli elementi che rendono un bambino un australiano a tutti gli effetti? Semplice: solo i bambini nati in territorio australiano da almeno un genitore australiano (o residente permanente) sono cittadini australiani per diritto di nascita.

E i figli nati all’estero da cittadini australiani? Questi acquisiscono la cittadinanza per diritto di discendenza solo dopo che i genitori hanno registrato la loro nascita all’ambasciata australiana della nazione in cui sono nati.

A differenza dei bambini nati in Australia che, come abbiamo detto, acquisiscono automaticamente la cittadinanza se almeno un genitore è residente permanente, quelli nati all’estero non hanno questo diritto. Per loro si deve provvedere effettuare una richiesta di residenza attraverso il Visto Child (101).

Quindi, a parità di status dei genitori, il luogo di nascita di un bambino prefigura scenari diametralmente opposti: da un lato la cittadinanza automatica, dall’altro un iter che si presenta lungo e costoso. Sì, perché il costo base del visto è di 2.740 dollari, ai quali si aggiungono le spese per i costi delle visite mediche specialistiche e dei certificati.

Infine, un’ultima opzione: cosa accade se un bambino nasce in Australia da genitori che si trovano lì con un visto temporaneo? In quel caso otterrà un visto alle medesime condizioni di mamma e papà, vale a dire un visto temporaneo! Se il bambino trascorrerà almeno dieci anni ininterrotti in Australia, potrà a quel punto fare domanda per ottenere la cittadinanza.

Siete ancora convinti di voler far nascere il vostro bambino in Italia?

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Just Australia 2019