Budget 2019: in aumento il costo dei visti, ma arrivano due nuovi visti regionali

Importanti notizie per gli stranieri che vivono in territorio australiano. Alcune positive, altre un po’ meno. Le novità principali che interessano chi vuole vivere in Australia sono:

  • Aumento del 5.4% del costo dei visti da luglio 2019
  • Aumento dei finanziamenti per i visti regionali
  • Diminuzione dei visti permanenti concessi all’anno: da 190 mila si passerà a 160 mila

Vediamo con calma tutti i punti. È stata appena presentata la proposta di legge finanziaria 2019 della Coalizione, un annuncio giunto con un mese di anticipo rispetto alla normale scadenza, in vista delle elezioni previste per il prossimo maggio. In sostanza ci sarà uno stanziamento di oltre 60 milioni di dollari per i migranti.

La nota dolente, è che da qualche parte questi soldi devono rientrare e per questo il Governo introdurrà un aumento del 5,4% alla quota per la richiesta di quasi tutti i visti, a eccezione di quello turistico. Si stima che questa misura, attiva dal prossimo luglio, genererà introiti per quasi 300 milioni in quattro anni. D’altronde, l’immigrazione rappresenta uno dei business più prolifici per il Governo Australiano.

Se da un lato il Governo porterà avanti lo stanziamento di fondi per le comunità internazionali per favorire l’integrazione, dall’altro provvederà a ridurre in maniera sostanziale l’ingresso dei migranti in territorio australiano: a partire dall’anno finanziario 2019-2020 si passerà da 190.000 visti permanenti concessi a 160.000 per i prossimi 4 anni.

Non solo, come parte di una spinta a incoraggiare un numero maggiore di stranieri a vivere e a lavorare fuori dalle grandi città, a partire da novembre 2019 saranno stanziati circa 50 milioni in cinque anni per due nuovi visti regionali. Questi permetteranno ai migranti qualificati di soggiornare e lavorare nelle zone regionali dell’Australia per un periodo di cinque anni, al termine dei quali si potrà richiedere il visto permanente.

Secondo quanto si legge nella nota, il governo federale ha stanziato 64,2 milioni di dollari per le cosiddette misure di “coesione sociale”, che aiuteranno i cittadini migranti a stabilirsi e a integrarsi all’interno delle loro comunità. Questi finanziamenti serviranno in buona sostanza alla promozione delle lingue e delle attività sportive a livello locale, incoraggeranno la diversità e la comprensione reciproca.

Più di 12 milioni di dollari saranno ripartiti in tre anni per creare il Community Languages Multicultural Grants Program, un programma di sussidi che andranno a sostenere le scuole di lingue comunitarie, avvicinando gli stranieri alla lingua, al patrimonio e alla cultura della loro comunità adottiva.

In più 22 milioni e mezzo saranno stanziati in quattro anni per far crescere i Community and Youth Hub, una rete di servizi destinati ai migranti, in grado di offrire supporto, opportunità di apprendimento e sbocchi occupazionali.

E infine, 7 milioni di dollari – suddivisi in tre anni – serviranno a sostenere quelle organizzazioni che aiutano i migranti appena arrivati ​​a integrarsi nella società australiana.

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Just Australia 2019