Australia Day: la festa dell’australianità per ricordare le origini del Paese

Se come noi amate l’Australia, e pianificate di raggiungerla a breve, dovete assolutamente conoscere l’Australia Day. La festa nazionale ufficiale del continente australiano cade ogni anno il 26 gennaio – giorno dello sbarco, avvenuto nel 1788, della First Fleet nella Baia di Sydney – che quest’anno è un sabato. Per cui, per non perdere la preziosa occasione di restare a casa da lavoro (come biasimarli!), i nostri amici down under festeggeranno ufficialmente lunedì 28 gennaio.

Ma che cos’è esattamente l’Australia Day? Si tratta di una festa dedicata a tutto ciò che significa essere australiani: un giorno di celebrazione dell’allegria, della positività e della multiculturalità di questo grande Paese. In ogni parte della nazione si organizzano feste, eventi sportivi e culturali, concerti e parate storiche, senza contare i tradizionali barbecue sulla spiaggia, in attesa degli spettacolari fuochi d’artificio in programma in tutte le principali città australiane. Lo spettacolo pirotecnico più famoso? Senza dubbio il Lottery Skyworks di Perth.

L’Australia Day è molto importante anche dal punto di vista istituzionale: il Primo Ministro indirizza un discorso alla nazione e vengono assegnati premi molto prestigiosi, quali l’Order of Australia e l’Australian of the Year. Ci sono anche cerimonie di premiazione dedicate ai cittadini, come l’Australia Day Achievement Medallion, un premio riservato alle personalità civili che si sono distinte nel corso dell’anno.

In questo giorno di festa non mancano tuttavia le contraddizioni. Per gli aborigeni che abitano il continente australiano si tratta infatti dell’Invasion Day, in riferimento alla decimazione dei loro antenati, alle confische di terre e alla distruzione della loro cultura, seguite all’arrivo degli inglesi.

Con l’arrivo degli europei, infatti, la cosiddetta Terra Australis, ha subito una trasformazione improvvisa, a partire dalla fondazione di tutte le principali città australiane: Brisbane per prima nel 1825, seguita da Perth nel 1829 fino alla nostra amata Melbourne nel 1835. Ma è solo il 1° gennaio 1901 che l’Australia è diventata una nazione federata, oggi formata da sei stati e due territori, ciascuno con il proprio Parlamento, la propria bandiera e il proprio emblema.

Insomma, l’Australia Day è l’occasione per ricordare le origini storiche del Paese, con tutti i contrasti che ne fanno parte. È il giorno in cui si ricorda la breve storia della nazione, dal momento che, mentre gli stati europei possono contare su una tradizione millenaria, la storia dell’Australia è cominciata (appena) duecento anni fa.

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Just Australia 2019