In Australia per inseguire l’amore (per le stelle). La storia di Magda!

Come tanti suoi connazionali, è arrivata in Australia (quasi) per caso. Poi se n’è innamorata e ha deciso di restarci per sempre. Oggi ha una carriera davvero stellare e tanti, tantissimi progetti per il futuro. Vi presentiamo Magda Guglielmo, leggete la sua storia!

Da quanto tempo sei in Australia?

Sono in Australia dal 2010, quasi nove anni ormai.

Cosa ti ha spinto a venire fin qui?

La prima volta venni a Sydney perché Il mio ragazzo lavorava qui e per festeggiare la laurea. Il piano era passare qualche giorno nel Queensland e visitare le Whitsunday Islands. Bellissime. Tornati a Sydney, pensai che tutto sommato era un bel posto in cui vivere. Il mio piano era di fare un dottorato in Astronomia e la ricerca in Australia è forte in questo campo. Dopo una breve ricerca su Internet, ho contattato un professore di Astronomia all’Università di Sydney e l’anno dopo ho iniziato il dottorato!

Che cosa hai fatto finora in Australia?

Beh, prima di tutto ho finito il dottorato in Astronomia teorica. Ma nel frattempo ho viaggiato il più possibile. L’Australia è un Paese fantastico e bisogna vederlo con calma. Non solo, è soprattutto un Paese immenso, dove a volte il concetto di lontananza assume un significato del tutto nuovo. L’Australia va assaporata senza fretta.

Ci spieghi meglio di cosa ti occupi? Qual è il tuo progetto?

Il mio progetto di ricerca riguarda lo studio delle galassie satelliti della Via Lattea, la nostra galassia. Avendo dimensioni minori, queste galassie sono attratte dalla galassia centrale e vi orbitano intorno in una lenta danza lunga miliardi di anni. Durante questo processo però, queste galassie vengono divorate dalla Via Lattea (fenomeno noto come “cannibalismo galattico”) e via via perdono stelle e gas che vengono catturati dalla galassia centrale, formando spettacolari stream di materia. Alcune di queste galassie satelliti sono state completamente distrutte e hanno contribuito a formare la nostra galassia! La mia ricerca si concentra dunque su questi processi, ma da un punto di visto teorico. Produco simulazioni per capire come orbitano queste galassie e spiegare come si sono formati questi stream, in modo da ricostruire la storia della nostra galassia.

Pensi che l’Australia sia il posto giusto per realizzarsi dal punto di vista professionale? 

L’Australia è un paese in continua crescita ed evoluzione. Ci sono davvero tante opportunità e una vera meritocrazia. È anche possibile partire da zero e costruirsi una carriera. C’è anche molta libertà di cambiare percorso e all’improvviso prendere una strada completamente diversa. Ho conosciuto persone che dopo anni in azienda hanno deciso di diventare fotografi, perché era la loro passione o persone che a quarant’anni hanno deciso di iniziare un dottorato e ricominciare a essere studenti. Quindi direi che le possibilità ci sono, ma bisogna giocare secondo le regole!

Che consigli puoi dare a chi sogna di trasferirsi in Australia?

Sembrerà scontato, ma la cosa principale è conoscere l’inglese, magari provare a ottenere un certificato IELTS. Lo so che può sembrare un consiglio banale, ma per molti italiani che ho conosciuto e che sono venuti qui, la lingua è stata una limitazione. Primo: perché per un’azienda è difficile, o quasi impossibile, assumere qualcuno con una scarsa conoscenza della lingua. Secondo: perché se si desidera restare, è una condizione fondamentale per il visto come residente permanente.

Il secondo consiglio è quello di non restare in un solo posto, ma di girare l’Australia il più possibile. Melbourne e Sydney sono le mete più gettonate ma, una volta in Australia, vanno trattate come punti di partenza! A volte bastano la macchina o la moto per vedere posti meravigliosi come i Dodici Apostoli (a poche ore di guida da Melbourne) o spiagge bellissime come quelle di Jervis Bay (a poche ore di guida da Sydney).

Progetti futuri?

Sicuramente affrontare una nuova sfida lavorativa, cambiando completamente campo. In fondo, l’Australia permette di ridisegnarti il futuro, quindi perché non approfittarne?

Volete raccontarci la vostra storia? Scrivete a italia@justaustralia.it

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Just Australia 2018