Arrivederci Daylight Saving Time!

Cari australiani, siamo giunti alla prima domenica di aprile e questo significa solo una cosa: è il momento di cambiare l’ora! Se non vi trovate nel Queensland, nel Western Australia o nel Northern Territory (dove è quasi sempre estate), il 7 aprile le lancette dell’orologio andranno portate indietro di un’ora. Termina quindi il periodo chiamato Daylight Saving Time (DST), il mutamento necessario per avere più luce nel pomeriggio durante la stagione estiva.

Perché questo cambiamento? Con l’avvicinarsi dell’inverno, la luce del giorno diventa più fugace e avremo meno ore per goderci i raggi del sole. La soluzione è semplice: abbandonare l’ora legale, iniziata a ottobre, e rubare un’ora in più di luce al mattino!

La terra down under ha iniziato questa pratica durante la Prima Guerra Mondiale e l’ha ripresa di nuovo durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu la Tasmania il primo stato australiano ad applicare l’ora legale ogni anno, dal 1968. Tre anni dopo fu seguita dalla maggior parte degli Stati australiani. Caso particolare fu il Queensland: ci provò per tre anni, fino al 1992, quando al referendum le aree regionali e rurali si opposero fortemente al cambio di ora perché causava grossi danni all’agricoltura.

Ma quali sono gli effetti sulla salute? Il cambiamento dell’ora può modificare il nostro ciclo sonno-veglia, portare fastidiose emicranie o disturbi dell’appetito. Questi sintomi generalmente si superano in pochi giorni, ma per adeguarvi al nuovo programma di sonno, vi consigliamo di dormire un po’ prima la sera, consumare pasti leggeri ed evitare alcolici e caffeina, sostanze che influiscono sul vostro stato di riposo.

Ora il cambio d’ora non ha più segreti per voi! Pronti a salutare il Daylight Saving Time?

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Just Australia 2019